Creativi Sicuri: Le Seghe Mentali

Abbiamo il piacere di avere con noi sul Blog di Safe Creative per la rubrica «Creativi Sicuri» Ludovico Sergent-Marceau, fondatore di Le Seghe Mentali, cantautore.

Innanzitutto grazie per aver accettato il nostro invito a raccontarti, in qualità di creativo, artista e utente di Safe Creative.

Mi hai consigliato di non farti domande, ma di dare solo un titolo a quelli che risulteranno poi essere i paragrafi di questa intervista e l’idea mi è piaciuta tantissimo, quindi, se siamo tutti pronti, direi di partire!

Canta che ti passa

Il mio legame con la musica è iniziato in età infantile, ascoltavo mia madre cantare i grandi successi della Canzone Italiana, trasportata dai ricordi della sua gioventù, quando iniziò la carriera da cantante.


Alle scuole elementari presi lezioni di pianoforte, spinto da mia madre. Nel tempo libero spesso ascoltavo i vinile di mio padre, che, pur non ostacolando la mia passione, spingeva affinché proseguissi gli studi e mi laureassi in Farmacia. Lo accontentai senza però rinunciare alla Musica. Al liceo mi avvicinai alla chitarra ed imparai a suonarla da autodidatta.


Quando mi laureai purtroppo subii un lutto importante. Tempo dopo, mentre cercavo di riprendermi, mi capitò di ascoltare una lettura di un mio amico attore, si trattava di un passaggio scritto da De Andrade, poeta e musicologo: una riflessione sulla consapevolezza di non essere eterni. Mi fece riflettere e decisi di dedicarmi pienamente alla musica, conscio che mi stesse salvando. Mi iscrissi ad un corso di canto e nel frattempo cominciai a lavorare con chitarra e voce al mio primo brano in Inglese: “Sue”, arrangiato e prodotto insieme al compositore ed amico Elia Cicero.


Con Elia condivido il progetto de “Le Seghe Mentali”. I testi rielaborano in chiave caustica ed ironica la realtà che ci circonda con le sue sfumature e paradossi. Stiamo creando un mosaico dissacrante della società moderna, tessera dopo tessera. Ognuna viene servita su un piatto indie-pop dal sapore anni ’70 e confezionata da una robusta e sapiente produzione. Collezionale tutte!

Incontri

Ho scoperto Safe Creative grazie alla società di collecting che utilizzo per la musica. Mi sembra un aspetto importante proteggere il proprio lavoro da possibili usi impropri e plagi, specialmente agli inizi della propria carriera, periodo particolarmente delicato in cui siamo facile preda di chi vive della creatività altrui. Proprio perché nessuno ti conosce e sei solo tu con la tua musica.

Parola d’ordine “Nagual”

La mia arte è il mezzo per descrivere me stesso e ciò che mi circonda. Migliorarmi permette di affinare il “vocabolario” ed esprimermi sempre meglio. Non si finisce mai di scoprire e cambiare. L’ispirazione viene da situazioni, stati d’animo. Ogni volta che si turba l’equilibrio è un’occasione d’Oro per mettermi a scrivere.

Bisogna essere ricettivi e soprattutto lasciarsi guidare. Come scriveva Burroughs: l’arte deve farsi contaminare dal
caso, dall’universo Nagual, non deve essere guidata e calcolata sotto ogni aspetto. Un pittore che riproduce l’esatta realtà rimane un fotografo e la sua arte è prevedibile, come l’universo che egli copia.

Il Primo Amore non si scorda Mai

Difficile scegliere una tra le mie canzoni! Per l’emozione che mi fa rivivere sceglierei il videoclip che ho girato per “Sue”, il primo singolo in lingua Inglese. Se la contende con “La mia Giornata Tipo”, che invece è il primo videoclip in Italiano, uscito sotto il nome d’arte de “Le Seghe Mentali”.

Condivisione

La mia musica è fruibile sulle principali piattaforme come Spotify, Apple Music, e YouTube.
Venite a trovarmi qui.
Instagram: leseghementali
YouTube: Le Seghe Mentali
Spotify: LE SEGHE MENTALI
Facebook: Le Seghe Mentali Official

Seguitemi! Non ve ne pentirete!

Tutela e Protezione

SafeCreative è utile per tutelare la paternità delle mie opere e dividere i diritti con i collaboratori. Apprezzo molto la presenza, per ogni opera, di una pagina chiara, sintetica e visibile al pubblico che riassume i dati sulla proprietà intellettuale e la licenza d’uso della stessa.

Una piattaforma per creativi

SafeCreators mi sembra un progetto molto utile per tutti gli artisti. Un portfolio gratis! Wow!

Situazione di emergenza

La situazione che stiamo vivendo, purtroppo, ha tirato fuori il peggio di alcune categorie professionali che hanno un ruolo chiave nella gestione dell’emergenza. Noi dobbiamo continuare a fare musica, a creare per restare vivi. Bisogna cantare il Paese prima che cada!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.