Creativi Sicuri: Andrea Pierantoni

Ciao Andrea e innanzitutto grazie per accettare il nostro invito!

Un po’ come quando si improvvisa ma poi si creano cose belle, inizia tu, non ti stiamo dietro.

Mi chiamo Andrea, sono di Milano, sono un compositore e chitarrista fai-da-te con la passione per il rock!
Per me è solo un hobby, ma a volte – tanto mi appassiona – mi pare sia anche una professione mancata.
Mi piace comporre ed arrangiare brani strumentali originali, ma il mio sogno è trovare la giusta collaborazione per mettere parole e voce sui miei pezzi.

Nella tua musica si assaporano influenze di grandi musicisti. Mi hai fatto ricordare il grandissimo “Edge of Insanity” del noto musicista di Sprinfield. Da quanto tempo componi?

Adoro suonare la chitarra elettrica da quando avevo 16 anni!
Fare musica è come parlare un linguaggio unico ma universale, il solo che ci permette di condividere le nostre emozioni più profonde!

Ad un punto della tua carriera hai sentito la necessità di proteggere la tua creatività: perché? Quando hai conosciuto Safe Creative?

Ogni brano per un artista è un pò come fosse un figlio.. gli vuoi bene e lo vuoi proteggere, vorresti che viaggiasse per il mondo.. ma sempre in sicurezza, giusto?
In Italia, purtroppo, gli enti nazionali dedicati alla protezione del diritto d’autore sono poco efficienti e pieni di burocrazia.
Ho conosciuto Safe Creative qualche anno fa, mi ha interessato subito perché il suo servizio è semplice da usare, permettendo il deposito delle copie digitali ed era anche alla portata delle mie tasche!

Cosa ti ispira, cosa ti aiuta a migliorare giorno dopo giorno?

Mi piace imparare qualcosa di nuovo ogni giorno, non si smette mai! Nella vita così come nella musica!
Quando si fa musica è importante – oltre al divertirsi – ogni tanto uscire dalla propria zona di comfort e tentare nuove strade, sperimentare, lasciarsi guidare dalle emozioni.
Ammiro gli artisti che restano umili e appassionati, anche quando hanno successo, quelli che trasmettono vera passione in quello che fanno, cerco di ispirarmi a loro!

Fra le tue opere e i tuoi lavori, se dovessi farlo, quale sceglieresti?

Sicuramente una milestone nella mia carriera musicale è l’uscita del primo Album “Aggregate” con il duo “8000 Miles“.
E’ una collaborazione Italo-Hawaiiana, con Rebecca (aka “Becs”), un’artista-compositrice bravissima che vive a 10’000 Km da me e che ho conosciuto online nel 2020.
“Aggregate”, da cui il titolo, è un melange di rock progressivo strumentale molto emozionante e dinamico, un autentico viaggio attraverso le nostre emozioni!

Su quale piattaforma normalmente condividi i tuoi lavori?

Con il duo 8000 Miles abbiamo scelto Bandcamp per distribuire in forma digitale l’album “Aggregate” (https://8000miles.bandcamp.com)
Sogniamo quest’anno di poterlo anche stampare su vinile eco-friendly, ma dipenderà se raccoglieremo un sufficiente numero di sostenitori. Vi va di aiutarci? Siamo anche su SoundCloud

Hai avuto bisogno di una prova d’autore nel corso della tua carriera professionale?

La protezione della propria creatività attraverso una prova d’autore è importante sempre, anche se non esplicitamente richiesta.
Penso che serva anche a stimolare la creatività degli artisti, rendendoli più liberi di esprimere il proprio potenziale e così far sentire la propria voce nel mondo!

Qual è la funzionalità di Safe Creative che ti piace di più?

Safe Creative ha molte funzionalità interessanti!
Sicuramente molto utile è la possibilità di condividere la registrazione di un opera con altri autori, permettendone la gestione condivisa, con 8000 Miles utilizziamo questa funzione molto spesso!

Da poco abbiamo inaugurato Safe Creators, una piattaforma per creativi che permette di pubblicare il proprio portfolio, che te ne sembra?

E’ un’ottima iniziativa! Uno strumento molto bello che raccoglie lo spirito dei creatori d’arte, scrittori, musicisti, designers, ecc. Tutti insieme per essere ambasciatori d’arte e condividere la propria passione! E magari sperare che qualcuno in più possa notarla.. non fa mai male!

Cosa cambieresti, miglioreresti di Safe Creative?

Da Italiano, sarebbe bello un giorno avere un’interfaccia per il deposito delle opere anche verso la SIAE, un pò come gia fa Safe creative con U.S.C.O. negli USA.
Penso che ciò aiuterebbe molti artisti emergenti a semplificare il deposito delle opere, evitando la burocrazia eccessiva della piattaforma esterna.

Dal punto di vista umano e professionale, come stai vivendo questa situazione di emergenza globale? Cosa senti di dire agli altri creativi e creative italiani che ti leggeranno?

Gli artisti professionisti stanno vivendo un momento davvero molto difficile, in Italia più che mai, perché nel nostro paese c’è poca sensibilità verso l’importanza del loro lavoro!
Per loro è il momento, oggi ancora di più di prima, di “fare gruppo” e dar voce comune alle proprie legittime richieste, per poter tornare quanto prima a regalare momenti di emozione e cultura a tutti noi!
Secondo me, questo momento rappresenta la cartina tornasole della nostra maturità come cittadini, penso che tutti insieme possiamo uscirne più forti di prima!

Grazie Andrea Pierantoni, a nome di tutto il team di Safe Creative, ti ringrazio davvero tantissimo per la tua disponibilità.

Puoi leggere altre interviste della sezione Creativi Sicuri qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.